Esercitazioni e consegne

Esercitazione I . 28 febbraio 2018
Progetto di uno spazio interno, ‘alla maniera di’

L’esercitazione consiste nel pensare e articolare uno spazio interno, contenuto in un volume cubico di lato 9,6 metri. La funzione è libera, non esiste contesto.

Lo spazio può essere unico o suddiviso, può essere caratterizzato da qualsiasi tipo di apertura verso l’esterno e deve avere un ingresso dall’esterno.

Vi chiediamo, nel comporre spazialità, luce, materialità e rapporto tra forma dello spazio interno e struttura, di scegliere uno tra tre maestri del Novecento per indagarne la poetica e cercare di comprenderne i principi progettuali:

  • Adolf Loos: principio del raumplan e idea di spazio come massa da scavare;
  • Ludwig Mies van der Rohe: coincidenza tra forma e funzione, tra spazio e principio costruttivo; struttura puntuale e idea di superficie (tetto e recinto).
  • Le Corbusier: rapporto tra ragione costruttiva (pilotis, plan libre) e plasticità della forma.

La rappresentazione è libera (disegno, collage, modello, materiale misto).